SPAZIOMARCOGERRA

www.spaziogerra.it

Localizzazione:
Reggio Emilia
Committente:
Amministrazione Comunale di Reggio Emilia
Cronologia:
2004 - 2005
Gruppo di lavoro:
Progettazione architettonica – NAT Office, Cristiana Campani, Alessandro Ardenti
Direzione lavori - NAT Office
Strutture – Studio di Ingegneria Guidetti-Serri
Energia – Studio termotecnici associati e Daniele Uva

Lo Spazio Gerra, direi fin dai primi segni impressi sulla carta, ha voluto rappresentare un chiaro e deciso tentativo di concretizzare il sogno di uno spazio emozionale, di un nuovo passage urbano; un luogo, questo, di natura relazionale; uno spazio in cui, citando Kahn, la funzione segue la forma: “un’architettura fatta non per seguire esigenze ma per scatenare desideri”. Probabilmente uno dei valori più importanti rappresentati da questo edificio è dato dal suo effettivo grado di espressione contestuale; dal fatto, cioè, di riuscire bene a superare la contrapposizione che esiste tra architettura e città. Pensare architettura oggi significa fare principalmente i conti con la complessa pluralità di linguaggi che esistono nella comunicazione; quindi un tipo di architettura da intendersi non tanto o non solo come mero ricettore di eventi, quanto, piuttosto, come luogo aperto a tutte le comunità e a tutti i possibili “passeggiatori urbani” sensibili alle nuove forme di permeabilità dello spazio architettonico e urbano. Sono convinto, avendovi a lungo contribuito, che proprio sulla base di questo proposito sia stato effettivamente concepito lo Spazio Gerra. Dopo una lunga fase di progettazione critica (2004-2005), peraltro caricata dalle forti aspettative di una amministrazione comunale sempre attenta e partecipe, si è giunti solo nel 2008 al momento inaugurativo del nuovo polisemico edificio di Piazza XXV Aprile; e, questo, anche grazie alla stilosa prova finale fornita da NAT Office, supportato dalla continua collaborazione dell’architetto Cristiana Campani.

Alessandro Ardenti